Tenere in ordine il nostro portatile

Tenere in ordine il nostro portatile

Il portatile, sia se mezzo di lavoro, sia se tramite di svago e divertimento, è un oggetto delicato sotto molti aspetti, ma bastano pochi accorgimenti per “salvargli la vita”, o per lo meno, allungargliela un poco.

Proprio in tema, abbiamo osservato nel dettaglio numerosi consigli su come aumentare la durata della batteria e come contenere le temperature, sempre alte in seguito al fatto che i componenti del sistema sono a stretto contatto nel piccolo case; poi abbiamo imparato a difenderci da due temibili nemici del nostro computer: la polvere e la condensa, tanto infida quanto invisibile. Ora non ci resta, quindi, che provare a fornire dapprima un indice che raccolga tutti gli articoli sull’argomento e, susseguentemente, andare a suggerire alcuni ultimi accorgimenti per permettere al nostro notebook di restarci affianco il più a lungo possibile.

Per quanto concerne la protezione e salvaguardia fisica del computer portatile abbiamo visto:

Come difenderci da due nemici potenzialmente letali:

Veniamo ora all’ultima parte della nostra serie di articoli su come ottimizzare l’utilizzo del PC, abbandonando la parte strettamente collegata all’hardware e alla manutenzione, per scendere nello specifico del software del sistema.

Eliminare le applicazioni non utilizzate

Spesso al momento dell’acquisto di un notebook, o, peggio, in quanto meno potente, di un netbook, fin dalla prima accensione troviamo un quantitativo spaventoso di applicazioni preinstallate, molte delle quali in versione “demo” e destinate a scadere dopo pochi mesi di utilizzo. Considerando la generica limitata portata dell’hard disk di questa tipologia di sistemi, la prima cosa fa fare è effettuare una bella pulizia; giochi, demo, trials di programmi come Office o antivirus presenti fin dalla prima accensione, sono i primi programmi da far sparire. Inutile occupare spazio prezioso con softwares che non utilizzeremo mai, o trial dalla durata ridicola. Installate, pertanto, solo le applicazioni che realmente servono nel vostro utilizzo quotidiano, a partire, magari, da un antivirus gratuito, e tralasciate tutto quanto non sia indispensabile o occasionalmente utilizzato. Se vi trovate a non fruire più di un programma, è il momento di rimuoverlo, specie nei casi di software freeware scaduti o scaricati dal web, ma non in grado di svolgere la funzione per la quale li abbiamo presi. Pulizia, pulizia, pulizia.

Tenere in ordine il disco

Aspetto collegato al punto precedente, riguarda il disco fisso, che è da tenere il più ordinato possibile. Col tempo, è inevitabile che immagini scaricate o installers dei programmi tendano ad accumularsi, magari nella cartella “Download”, ma questo apparente ordine, non è sintomo di buona salute per il computer. Fate periodiche pulizie di files inutili e catalogate quelli utili creando cartelle a tema dentro le quali raggruppare tutti gli elementi simili. Un maggiore ordine in questo senso permetterà un più rapido scorrimento all’interno delle risorse del sistema e “rovinerà” meno l’hard disk, evitando di portandovi a dover eseguire periodiche deframmentazioni, sia tramite l’apposito tool di Windows, sia tramite programmi dedicati come MyDefrag.

Chiudiamo il nostro percorso con l’analisi due ultime situazioni alle quali è bene prestare attenzione. In primo luogo, è opportuno prendere sempre nota del numero di serie del nostro notebook; in caso di furto, potrebbe essere eventualmente ritrovato e riconsegnato al legittimo proprietario. Alcuni computer di fascia superiore hanno un apposito scomparto pensato per inserirvi un biglietto da visita, per permetterne, in caso di smarrimento, la riconsegna.

Ricordate, infine, che è sempre possibile eseguire sostituzioni di componenti anche nei notebook, soprattutto se volete estendere la memoria fisica, la RAM, oppure inserire nel sistema un hard disk più capiente. Solitamente i componenti sostituibili sono subito sotto la paratia inferiore del case, a portata di mano, per permettere agevoli cambi di “pezzi”; resta, tuttavia, il fatto che, se non siete particolarmente esperti, è sempre meglio affidarsi ad un amico capace, o, ultima spiaggia, ad un tecnico specializzato.



3 Commenti a Tenere in ordine il nostro portatile

  1. iannelli rosaria

    mè stato rubato in aeroporto a madrid computer apple non trovo la fattura di aquisto ma ho cambiato la scheda ho quella vecchia dove c’è un numero posso fare qualcosa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli