Apple festeggia i 10 anni di iTunes e i 10 miliardi di downloads!

Apple festeggia i 10 anni di iTunes e i 10 miliardi di downloads!

Apple stupisce ancora una volta, in questa occasione festeggiando un traguardo importante di uno dei software più diffusi al mondo: iTunes.

Il famoso programma di riproduzione musicale, infatti, ha da pochi giorni spento le dieci candeline, per un compleanno che sa di impresa, non solo perché su milioni di computer iTunes riproduce o gestisce contenuti audio e video, ma perché sancisce la definitiva consacrazione di Apple nel settore.

iTunes è un must have per tutti coloro che possiedono un iPod, iTouch, iPad o iPhone, in quanto permettere l’interazione, l’aggiunta e la rimozione dei files da queste periferiche; se associamo un dispositivo sopra citato anche solo ad un download di iTunes ogni due vendite, i numeri, e i ricavi, di Apple si vengono a configurare come stratosferici. Ma non finisce qui: grazie all’Apple Store, accessibile direttamente da iTunes, è possibile scaricare musica, singoli brani o interi album, in un semplice click e ad un prezzo talmente ragionevole, da aver permesso al mercato dell’Apple Store di mettere un freno a quell’emorragia di contenuti che transitano nei sotterranei, illegali, del peer to peer. Inoltre, il fatto di poter effettuare download in qualsiasi momento grazie agli ormai affermati wifi e 3G, rende l’operazione ancora più immediata.

Il software di Apple è arrivato alla sua versione numero dieci, come i suoi anni: l’ultima release, infatti, è la 10.1.1, la novità della quale sta nell’aggiornamento dell’applicazione al nuovo iOS 4.2 per iPhone e iPad.

Con il tempo, ogni nuova versione, sia per Windows, che per il nativo Snow Leopard,  ha introdotto numerose novità non solo sotto l’aspetto della gestione delle periferiche, ma anche dal punto di vista strettamente musicale. Dalla versione dieci, infatti, sulla sinistra è stato introdotto un add on di Ping, il social network di Apple, che ha molto ha puntato sul connubio con iTunes per provare ad addentrarsi all’interno di un mercato monopolizzato da Facebook e Twitter e nel quale perfino Google non è riuscita ad emergere, basti ricordare il fallimento di Buzz.

Immutate, viceversa, le possibilità di creare playlist personali, anche con brani random selezionati dal “DJ” di iTunes, Genius, e di visualizzare ed ascoltare video e podcast; su questi ultimi Apple ha investito molto, affiancandoli alle nuove collane di ebooks e quotidiani, il tutto ovviamente scaricabile dall’Apple Store.

Dopo l’ultima patch, il software sembra aver acquistato maggiore stabilità e non pesare eccessivamente sulla memoria, fattori che rendono il player di Apple sempre più apprezzato tra gli utenti. In generale, l’avvento di iTunes e dell’Apple Store hanno rivoluzionato il mercato della musica, da un alto, e l’ascolto e la gestione della stessa, dall’altro. Sono stati 10 anni di innovazioni, che hanno portato, forse unico programma Apple a riuscirci, alla conquista dei sistemi griffati Microsoft Windows, oltre ai MAC OS per i quali era nato, tentativo analogo a quello che sta compiendo Safari, il motore d ricerca di Apple, ma non certo con risultati di pari rilevanza.

Dopo un countdown durato circa 70 milioni di downloads e un paio di giorni, in homepage sul sito di Apple, in nottata Steve Jobs, al centro della cronaca per i recenti problemi di salute, avrà sicuramente sorriso di gusto, visto che l’Apple Store ha tagliato l’incredibile traguardo dei 10 miliardi di applicazioni scaricate!

Dieci anni di iTunes, che è alla decima versione, e dieci anche i miliardi di downloads dall’Apple Store: numeri che non possono che far stappare una bottiglia di champagne d’annata..



2 Commenti a Apple festeggia i 10 anni di iTunes e i 10 miliardi di downloads!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli