Assemblare un PC: il processore

Assemblare un PC: il processore

Dopo l’introduzione dellarticolo precedente circa l’acquisto del PC online e dei suoi componenti, è finalmente giunto il tempo di andare ad analizzare nel dettaglio il nostro percorso, tra i vari pezzi del computer, al fine di arrivare alla fine della strada con una macchina pensata proprio da noi e solo per noi.
Il punto di partenza dal quale è necessario prendere le mosse, è informarsi circa le caratteristiche e funzionalità che un buon processore , o CPU, dovrebbe avere.

Se cercate su Google, non avrete problemi a trovare decine di modelli differenti, di case differenti e differenziati, magari, solo da due lettere in fondo al nome dell’oggetto. Effettivamente, il processore è ancora oggi, e probabilmente continuerà ad esserlo anche in un futuro prossimo, il cuore del nostro computer, dal quale dipendono le prestazioni globali del PC. Sono diversi i fattori da analizzare per essere certi di comprare il prodotto che fa al caso nostro; senza scendere in dettagliati tecnicismi andiamo ad osservare i principali elementi a cui guardare.

Numero dei core.

Un buon punto di partenza potrebbe essere guardare al numero dei core del processore. Se il decennio conclusosi all’inizio dell’anno scorso ha visto il predominio sulla scena dei processori dual core, peraltro ancora oggi presenti in molti notebook, i primi anni del secondo decennio sembrano vedere, non solo il raggiungimento, ma anche il superamento di una nuova frontiera, quella dei quad core. Processori a quattro core, ma ormai addirittura a sei core, sono, infatti, padroni assoluti del mercato, distribuendosi, a seconda del numero, per le fasce di prezzo. Visto il progressivo cedere il passo da parte dei dual core, tale soluzione può essere presa in considerazione solo in caso di budget limitato, oppure esigenze di compatibilità con altri componenti abbastanza datati.

Quantità di memoria cache.

La cache è una memoria che ha la caratteristica di essere temporanea, per immagazzinare informazioni che possano essere più velocemente reperibili su richiesta del processore. Tutti i processori hanno una cache di primo e secondo livello (L1 e L2). Molti sistemi moderni hanno un terzo livello di cache (L3) che viene utilizzato in maniera condivisa dai core. La presenza della cache L3 è sempre un fattore positivo da notare e a cui guardare per l’acquisto di un processore.

Frequenza.

La frequenza operativa, che in tempi più risalenti era forse l’indicatore primario della qualità e delle prestazioni di un processore, oggi è meno rilevante, pur essendo molto importante. Difatti, confrontare solo la velocità del processore tra due oggetti differenti tra loro per numero di core, ad esempio, non fa ottenere un dato troppo importante. Come per altri fattori, la velocità è un elemento da prendere in considerazione, ma non determinante; processori la frequenza dei quali è compresa tra 2.5 GHz e i 3 GHz riusciranno, comunque, a soddisfare la maggior parte delle vostre esigenze.

Il socket.

Il socket del processore non è il primo elemento da osservare nella scelta del cuore del nostro nuovo computer, ma è rilevante sotto un aspetto che non possiamo trascurare: il socket, infatti, deve necessariamente abbinarsi a quello della scheda madre, e viceversa. In caso di incompatibilità non è possibile far interagire i due componenti, quindi occhio, sia che compriate un nuovo processore, sia nell’eventualità che cambiate anche la scheda madre.


Con questa analisi un po’ semplificata degli elementi predominanti sulla base dei quali orientare la nostra scelta nel vastissimo mercato dei processori, spero di aver diradato la nebbia circa il linguaggio tecnico di alcuni elementi necessariamente da osservare nell’acquisto del prossimo centro operativo del nostro computer.
In conclusione, un breve accenno, considerando la sfumatura relativa all’ecommerce che le nostre analisi vogliono andare a cogliere; di seguito sono riportati due processori Intel e uno AMD, da sempre le due Società leader del mercato. I prezzi sono stati presi su Amazon e rappresentano il top, per fascia di prezzo, delle due Case. Inutile insistere sull’affidabilità di Amazon per gli acquisti, da quando poi è stato aperto lo Store tutto italiano, quindi non vi resta che fare un breve riepilogo di quanto detto sopra, cercare quello che fa per voi e clikkare.



5 Commenti a Assemblare un PC: il processore

  1. Matteo

    Ottima guida non esistono siti che danno la spiegazione cosi bene delle caratteristiche di un processore…Grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli