Componenti del PC: Scheda madre

Componenti del PC: Scheda madre

Dopo una breve introduzione al tema dell’acquisto dei singoli componenti del PC, in caso di computer assemblato da noi, magari tramite siti internet come Prokoo, abbiamo guardato da vicino il primo degli elementi fondamentali di un computer, il processore.
Abbiamo provato a spiegare quali siano le caratteristiche da osservare con cura per l’acquisto di una CPU e siamo andati a cercare – e abbiamo trovato – convenienti offerte su Amazon.it, sia per prodotti Intel, sia per processori griffati AMD.

Tra i fattori che sono stati presi in considerazione, ricordiamo il socket, il sistema di collegamento elettronico e meccanico tra il processore e la scheda madre. Oggetto di questo articolo, sarà appunto l’analisi delle caratteristiche a cui prestare attenzione in una motherboard e, visto che siamo in tema, partiamo proprio dal già citato socket.

Il socket.

Come visto, il socket è il collegamento tra la scheda madre e la CPU. L’importanza di coordinare il socket di questi due componenti è basilare per il funzionamento del computer, quindi è, ovviamente, un primo elemento da prendere in considerazione nel momento della scelta di una scheda madre. Siccome avevamo accennato al fatto che le Case produttrici sono fondamentalmente due, Intel e AMD, dovrete fondare il vostro futuro computer sulla base di una di queste due configurazioni. Nel caso abbiate preferito un processore AMD, la scelta della motherboard è più semplice, perché i socket sono compatibili tra loro sulla grande maggioranza dei prodotti recenti. Più attenzione nel caso di Intel, perché il produttore di Santa Clara abbina ad ogni generazione di CPU un socket specifico.

Forma e chipset.

Per quanto riguarda la forma fisica di una scheda madre, ci sono due scelte, la differenza tra le quali non è sostanzialmente marcata. Da un lato, il modello Atx, caratterizzato da dimensioni maggiori, quindi un grado più elevato di espandibilità per controller e componenti aggiuntivi; dall’altro, il modello microAtx, che come il nome può suggerire, ha come caratteristica quello di essere più piccolo e viene utilizzato, soprattutto, nei PC all-in-one.

Il chipset, invece, è l’elemento al quale dobbiamo prestare maggior attenzione, in quanto definisce le caratteristiche base della scheda madre. Per quanto riguarda questo, è particolarmente valida la “teoria del prezzo”, quella per la quale più una cosa costa, più è valida. I chipset, posto il necessario controllo di compatibilità con il processore, si dividono in due fasce di mercato: business e consumer. All’interno di queste due categorie, è indubbio che più alto sarà il prezzo, migliore sarà il prodotto. La divisione nasce dall’esigenza di separare PC che richiedono alte prestazioni, perché impiegati in ambito lavorativo, da semplici strumenti di intrattenimento o poco più; nella pratica, la differenza si ravvisa nella più evoluta configurazione e capacità di espansione dei modelli di fascia alta, rispetto a quelli per gli utenti minori, i quali, nella maggioranza dei casi, saranno soddisfatti da una configurazione più basilare e meno spinta.

Verificate che la scheda madre supporti lo standard Serial Ata III (6 Gb/s) come interfaccia verso i dischi; inoltre, visto l’ormai imminente sbarco a livello commerciale dell’USB 3.0, controllate che la scheda madre preveda un controller aggiuntivo per questa funzione.

Componenti elettrici.

Dal momento in cui la scheda madre è un complesso circuito elettrico dai molteplici componenti, è sempre bene andare ad osservare da vicino la qualità di quest’ultimi, per avere la certezza che la nostra scheda duri più a lungo. Nella fascia medio-alta, infatti, le schede madri hanno condensatori allo stato solito, invece di quelli tradizionali di tipo elettrolitico, che garantiscono una maggiore longevità. Questo è uno di quei casi in cui è sempre meglio investire un poco di più prima, per non dover spendere di più in un momento successivo.

Un’ultima parentesi per gli slot di memoria: più sono, più è possibile aumentare la memoria del sistema. Di solito le schede nascono con due o quattro slot; ad ogni modo, è fondamentale andare a vedere le caratteristiche del processore, per avere conoscenza del tipo di memoria supportato.
Chiudiamo il discorso sulle schede madri, andando a prendere vantaggiose offerte su Amazon.it per quanto riguarda questo tipo di componenti. Anche questa volta, abbiamo trovato buone offerte, sufficientemente concorrenziali con il mercato per pensare di effettuare l’acquisto direttamente dallo Store di Amazon, visto il peso che, dal altre parti, ha l’IVA sul prezzo finale.
Dopo aver introdotto, quindi, i primi componenti di un computer, processore (CPU) e scheda madre, il prossimo passo, in questo articolo, sarà quello di andare a cercare di capire quali elementi è bene prendere in considerazione nella scelta di una scheda grafica.



3 Commenti a Componenti del PC: Scheda madre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli