Asus PA246Q per fotoritocco e disegno grafico

Asus PA246Q per fotoritocco e disegno grafico

L’argomento monitor per computer è tanto variegato quanto divertente da trattare, venedo in essere un susseguirsi di novità del tutto innovative a distanza di pochissimo tempo e, in generale, essendo veramente tanti gli aspetti su cui indagare. Se abbiamo già visto in passato alcune delle caratteristiche (come luminosità e risoluzione, dimensioni, ecc.)  a cui guardare nel momento dell’acquisto di un monitor, magari online su Amazon.it, che sta offrendo in questo periodo prezzi veramente vantaggiosi, e se abbiamo già osservato da vicino uno dei primi monitor 3D per il computer in questo articolo, scendiamo oggi nel campo del lavoro grafico, con la presentazione di un monitor griffato Asus dal potenziale e dalle prestazioni decisamente interessanti.

L’Asus PA246Q, come anticipato, è un monitor, dalla diagonale di 24.1’’, pensato e studiato principalmente per il lavoro dei grafici e per il fotoritocco, che hanno a disposizione un display dai numeri che difficilmente abbiamo trovato sul mercato prima d’ora. Questo modello, infatti, è equipaggiato con un pannello P-IPS che garantisce una copertura pari al 98% del pannello Adobe RGB e poco più di un miliardo di colori, ben oltre il 100% (130%) in più rispetto ad un display LCD tradizionale. La gamma è pre programmata su un valore inferiore  a 5 Delta E, rendendo questo Asus pronto all’uso e fin da subito performante.

L’angolo di visuale è un altro punto forte del PA246Q, considerando che arriva a rendere un’immagine perfetta anche ad un inclinazione prossima a 180°: fino a 178°, infatti, i colori risultano inalterati e non sfumati da quel tradizionale effetto che subiscono la maggior parte degli schermi in circolazione, quando il punto di osservazione non è perfettamente centrato rispetto all’incrocio delle diagonali. Anche il design non è da meno: le linee di Asus sono sempre tra le più pulite ed eleganti, rendendo il nostro monitor perfettamente integrabile nell’ambiente della nostra casa o postazione in ufficio, se lavoriamo in pubblico. E’, inoltre, possibile far scivolare lo schermo di 90°, passando ad una visualizzazione verticale, funzionalità che non tutti i concorrenti garantiscono e che risulta molto efficace se siamo soliti sedere ad una postazione dotata di multimonitor, considerando le esigenze di spazio che possono venire in essere.

Il parco connettività è senza dubbio di livello: VGA, DVI e HDMI (purtroppo una sola) e, integrata, anche una porta USB 2.0. E’ anche possibile, grazie all’innovativa funzione Picture-in-Picture, visualizzare in finestre separate immagini provenienti da differenti sorgenti di segnale; da non dimenticare un’altra caratteristica di sicura utilità: è possibile riprodurre in fase di lavoro superfici esattamente delle dimensioni della stampa (fino al modello A4) per agevolare la creazione.

L’Asus PA246Q è, quindi, senza dubbio un monitor di fascia medio alta, in grado di rendere al massimo nelle mani di coloro che utilizzano l’elaborazione grafica come pane del proprio lavoro, grazie al livello di contrasto e di resa dei colori senza dubbio di grande effetto e in grado di riprodurre in maniera molto simile quella che è la realtà. Nel corso del 2011 ha ricevuto diversi riconoscimenti internazionali per la sua qualità, tra cui il Golden Pin Design Mark; il prezzo è sicuramente più alto rispetto ad un monitor LCD tradizionale, ma il rapporto con la qualità rimane oltremodo buono: 589€ per un monitor da lavoro di ultima generazione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli