Razer presenta tre periferiche per Starcraft II

Razer presenta tre periferiche per Starcraft II

Razer, una delle principali case produttrici di hardware per PC dedicato al gaming, seconda forse solo a Logitech, Società svizzera concorrente, della quale abbiamo già conosciuto l’offerta di mouse e tastiere, questa volta riesce a sorprenderci con una gamma di prodotti dedicati al nuovissimo e attesissimo RTS di Activision Blizzard, Starcraft II – Wings of Liberty.

Un paio di cuffie, una tastiera e un mouse, oltre alla doverosa borsa dove custodire le nostre armi, stanno infatti per essere immesse sul mercato, essendo in uscita per la fine di Novembre 2010 e hanno già riscosso un meritato successo.

Mouse

Il Razer Spectre è il nuovo puntatore mouse ad altissima definizione che da Dicembre 2010 potrete farvi spedire direttamente a casa; ora, infatti, sul sito di Razer è disponibile solo l’opzione per preordinare il prodotto, al costo di USD 79.99, che verrà inviato a partire dal 30 Novembre 2010.

Essendo studiato appositamente per Starcraft II, RTS che non richiede un numero di eccessivo di combinazioni di comandi, quanto piuttosto necessita, al contrario, di precisione e controllo, sono solo cinque i pulsanti personalizzabili di questo gioiellino. Il concept di questa periferiche è infatti basato su un’attenzione particolare per gli APM (azioni per minuto), il numero di volte in cui ogni giocatore schiaccia i pulsanti del mouse durante una partita, calcolati ogni intervallo da 60 secondi.

Valore indicativo dell’abilità di un giocatore, alcuni pro gamers arrivano a picchi di 300 APM, senza spam, ovviamente – clicks a caso – durante le battaglie, mentre una buona media durante l’intero svolgersi di un incontro si può considerare prossima ai 150 APM.

Per avere sotto controllo il numero di APM, Razer ha studiato un rivoluzionario sistema: una serie di luci di colore impostabile a seconda dell’allerta che desideriamo venga data dal mouse (base sotto attacco, risorse quasi finite, ecc.). Se i nostri edifici saranno sotto assedio, il mouse si illuminerà di rosso, ad esempio, oppure di un altro colore a discrezione dell’utente. Inoltre, questa periferica ha una velocità di aggiornamento pari a 1ms, un livello anche sei volte migliore rispetto ad altri modelli di mouse da gaming.

Tastiera

Come il puntatore mouse, anche la Razer Marauder Keyboard è studiata proprio per Starcraft II, come si evince anche solo dal nome. Tutta questa serie di prodotti hardware è basata sullo stesso concept costituito dalle luci, poste a coppie di tre su ogni angolo della tastiera, che ci comunicano le vicende della partita, con riferimento agli accadimenti e alle APM dei giocatore; anche la Razer Marauder, quindi, si illumina a seconda dell’evento che si verifica e al quale abbiamo associato un colore. I tasti, grandi e concavi, sono eccezionalmente comodi e la struttura in generale ricorda un po’ la robustezza della Razer Black Widow Ultimate, da sempre il punto di forza della casa americana. Sono ben dieci i profili memorizzabili all’interno della memoria di questa gaming keyboard ed esiste la possibilità di registrare macro “al volo”.

Cuffie

Per ultimare la nostra postazione Razer per Starcraft II – Wings of Liberty, ci manca solo un mezzo tramite il quale comunicare con i nostri alleati. Ancora una volta la casa americana ci viene in soccorso, presentandoci le Razer Banshee, ultima periferica, audio questa volta, realizzata con l’intento di armonizzarsi con l’RTS Blizzard. Qua le luci per monitorare gli APM sono situate sui lati dei padiglioni. Il comfort è assicurato dal design ergonomico e la qualità dell’audio è garantita dall’equalizzatore interno e dalla ricercatezza dei materiali utilizzati da Razer. Il microfono, sul lato sinistro, è staccabile per consentire di fruire al meglio delle Razer Banshee anche quando non stiamo giocando. Sono configurabili fino a 8 profili audio, sfruttando l’equalizzatore. 119.99 USD il prezzo, questa volta molto più alto rispetto ad altri modelli di cuffie per il gaming.

Borsa

Dovendo conservare i nostri preziosi strumenti durante le trasferte internazionali, oppure per tenere in ordine la nostra postazione di gioco, Razer, insieme alle periferiche già viste, ha presentato una borsa “griffata” Zerg (una razza di Starcraft II). Il grande simbolo degli Zerg campeggia sul fronte della borsa, disegnata con una cinghia per essere tenuta a tracolla. Il tessuto, completamente impermeabile, è di ottima fattura e le ampie dimensioni consentono di alloggiare, oltre alle periferiche, anche un notebook da 15’’, essendo disponibile in tre dimensioni differenti a seconda dello scopo per il quale la acquisteremo, pagando, però, la ragguardevole cifra di 79.99 USD, forse troppi per una borsa con tracolla, anche se griffata.



1 Commento a Razer presenta tre periferiche per Starcraft II

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli