CES 2011: televisori e monitor 3D

CES 2011: televisori e monitor 3D

L’International Consumer Electronics Show, rassegna annuale dei prodotti più avanzati nel campo della tecnologia elettronica, meglio nota con l’acronimo CES, come da tradizione, è andata in scena a Las Vegas e si è conclusa pochi giorni fa, non mancando, anche per quest’anno, di stupire con le tecnologie più nuove e all’avanguardia in praticamente tutti i settori. Evento che si ripete fin dal lontano 1967, è stato da sempre una delle finestre sul futuro più accattivanti e spesso ha presentato creazioni che sarebbero diventate di uso comune negli anni susseguenti, oppure punti di arrivo, per lo meno temporanei, nello sviluppo fino ai massimi estremi di configurazioni hardware, come il modello di schermo presentato da Panasonic nel 2008, ben 150 pollici.

Quello che ad alcuni potrebbe sembrare un inutile show, una dimostrazione di prodotti che non saranno mai alla portata delle tasche dei visitatori o, addirittura, privi di un utilizzo concreto, è in realtà una vetrina di innovazioni che a distanza di poco tempo potrebbero cambiare la vita di ciascuno di noi, si spera in meglio, e una spinta alla ricerca delle principali industrie del mondo per proporre novità sempre più tecnologicamente avanzate, per offrire servizi e funzioni sempre migliori e adatte a ciascuno di noi.

Senza ombra di dubbio, si può affermare che l’edizione del Gennaio del 2011, chiusasi il nove del mese, sia stata all’insegna del 3D.

Televisori e computer

Ogni produttore di televisori ha portato modelli in grado di supportare la tecnologia 3D, che sempre più viene a configurarsi come uno standard sui prodotti al top di gamma e, seppur lentamente, sta compiendo progressi nella direzione dell’economicità dei prodotti in grado di riprodurre le tre dimensioni. La grande attesa, generata anche dalle riviste di settore, per apparecchi studiati per il 3D senza l’ausilio di occhiali speciali, è stata abbastanza vana. Solo Toshiba ha fatto vedere progressi consistenti, che potrebbero portare all’uscita sul mercato di TV per le quali non sono necessari supporti per ogni singolo utente, non prima dell’inizio del 2012, mentre sia LG, sia Sony, seppur esponendo modelli da 55’’ migliori rispetto a quelli visti nel recente passato, hanno mostrato limitazioni, i primi sotto il profilo dell’angolo di immagine, i secondi dal punto di vista dell’affaticamento degli occhi durante la visione.

Ma non tutto il mondo dei televisori vive del 3D. Lo sviluppo della tecnologia che tutti noi conosciamo, infatti, prosegue abbastanza intensamente. La già citata Sony ha presentato schermi OLED, pur ancor troppo costosi se si superino i 30 pollici, mentre la serie Vizio di LG, con diagonali per tutte le tasche, da 22’’ a 70’’, e predisposta per il 3D (passivo, quindi con occhiali) si propone come catalizzatore del mercato dei televisori nel 2011.

La parentesi sul 3D, tuttavia, non può esaurirsi qui. Sono apparsi, infatti, due innovazioni molto interessanti. La prima consiste in un paio di occhiali per il 3D universali, Youniversal di Xpand, in grado di adattarsi agli ambienti 3D delle divere case produttrici tramite un semplice selettore di modalità. La seconda, invece, ci riguarda più da vicino i temi che siamo soliti trattare, e si concentra su uno dei primi modelli di PC pensati per il 3D, l’IdeaCentre K330, PC di Lenovo, dotato di hardware competitivo e di un monitor da 23’’ 3D, da guardare tramite occhiali appositi Nvidia 3D Vision, prodotti dalla stessa casa famosa per schede grafiche dalle notevoli prestazioni.

Nel seguente articolo, andremo a osservare altre novità presentate al CES, tra cui gli ultimi svilluppi in casa Microsoft e oggetti tanto nuovi quanto particolari.



3 Commenti a CES 2011: televisori e monitor 3D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli