Anteprima Tomb Raider

Anteprima Tomb Raider

Lara Croft è uno dei personaggi più amati nella storia dei videogiochi: la sexy archeologa fin dalla sua prima apparizione in Tomb Raider (1996), seguendo via via nei successivi titoli – film compresi anche se non di grandissima qualità, anzi –  ha raggiunto l’apice del successo su console e Pc, per poi attraversare una triste fase calante con le ultime produzioni , eccezion fatta per Underworld. Crystal Dynamics, ottima software house, dopo aver prodotto e rilasciato in digital download  il buon Lara Croft and The Guardian of Light, spin-off della serie  che vedeva per la prima volta la mancanza di “Tomb Raider” nel titolo.

Quest’ultimo videogioco però non era altro che un gustoso antipasto, infatti proprio Crystal Dynamics insieme a Square Enix ha annunciato Tomb Raider, avventura che uscirà nel 2011 per PlayStation 3, Xbox 360 e Pc.

Le novità però sono molte, che rendono questo Tomb Raider un prodotto davvero interessante.

Partiamo da un concetto fondamentale: Tomb Raider sarà un reboot della serie, ovvero un cambiamento radicale dell’intero brand, nel tentativo di far rinascere una serie che non merita di rimanere in disparte. Il reboot parte già da Lara, che non prende più spunto da una modella in carne ed ossa ma è stata creata da zero dagli sviluppatori: molto più giovane, meno prosperosa (obiettivamente una quinta di reggiseno non poteva essere molto comoda nelle avventure) ma sempre vogliosa di scoprire nuovi oggetti misteriosi e vivere interessanti avventure.

Tomb Raider fungerà da prequel dell’intera serie: Lara Croft, ventunenne archeologa inesperta ma volenterosa appena uscita dall’Accademia; la sua voglia di cercare tesori nascosti la porta a seguire il capitano Conrad Roth che guidando la sua nave Endurance vuole andare nei pressi del Giappone per recuperare dei manufatti presenti su un’isola emersa.

Sfortunatamente però la nave s’imbatte in una burrasca e s’inabissa dopo essersi spezzata in due: sembra mettersi male per Lara, che si risveglia in una caverna appesa a testa in giù… fortunatamente invece è sempre Lara Croft, quindi riesce a liberarsi dopo penose fatiche potendo così iniziare la sua storia.

Non sarà un’avventura affatto facile per Lara: il suo obiettivo sarà quello di sopravvivere su quest’isola, procacciandosi cibo e acqua vagando sull’isola (interamente esplorabile), costruendosi giacigli per riposare e acquisendo pure nuove abilità attraverso un sistema  di level up tipico dei giochi di ruolo, così come potremo creare nuove armi unendole fra loro o facendo evolvere quelle già in possesso.

Tra le tante cose da fare per sopravvivere, Lara dovrà confrontarsi anche con alcuni nemici, tra cui gli ufficiali della nave affondata, che hanno perso completamente la testa e vogliono uccidere la nostra eroina: altra novità di Tomb Raider sarà la rappresentazione più netta della morte, con Lara che potrebbe morire accoltellata oppure travolta da un masso che le rompe le ossa, il tutto mostrato crudelmente, senza tagli. Naturalmente Lara potrà difendersi con le armi trovate sull’isola, che vanno dal semplice bastone al decisamente più efficace fucile. Insomma, avremo fasi tipiche dell’avventura, del GDR, del survival horror e del free roaming

Tecnicamente sappiamo poco o nulla, ma siamo convinti che i ragazzi di Crystal Dynamics tireranno fuori dal cilindro qualcosa di assolutamente convincente, visto che già in passato hanno dato prova di grande talento estetico, ad esempio nelle ambientazioni di Batman: Arkham Asylum o in Lara Croft and The Guardian of Light.

Ultimamente fare il reboot delle serie più famose (vedere il prossimo Devil May Cry) va di moda. Anche per Tomb Raider è stato deciso di cambiare tutto, a partire da Lara Croft per passare al gameplay; eppure qui l’idea sembra a primo avviso non azzardata, anzi potrebbe dare proprio quella ventata di novità e freschezza di cui Tomb Raider sembra avere bisogno.Le informazioni a disposizione sono ovviamente ancora pochissime, visto che il titolo è stato annunciato da non molti giorni, ma le premesse finora sono davvero interessanti. Massima fiducia a Crystal Dynamics, che è in grado di creare il Tomb Raider più bello di sempre. Aspettiamo quindi la fine del 2011 per sapere se ci saranno riusciti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gli ultimi articoli